FUMARE
SMETTERE
NAVIGANDO

Tabagismo



Prima di inoltrarci nei vari aspetti della dipendenza da fumo, mettiamo a fuoco (scusate il termine quasi ironico :) la condizione del fumatore, ovvero del "tabagista". Ma cosa si intende esattamente con il termine "tabagismo"?

Il dizionario medico da questa definizione, estesa alle patologie e alle conseguenze del fenomeno:

TABAGISMO:

Intossicazione cronica conseguente all’uso massiccio e prolungato di tabacco e assuefazione alla nicotina. La nicotina induce una doppia dipendenza, psicologica e farmacologica. La sospensione del fumo genera sintomi fisici caratteristici dell'astinenza: ansia, cefalea, irritabilità, aumento dell'appetito, difficoltà di concentrazione, insonnia. Il fumo di sigaretta contiene molte sostanze tossiche, le più dannose delle quali sono il monossido di carbonio, il catrame, le sostanze irritanti e la nicotina. Il tabagismo è uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare; infarto miocardico, infarto cerebrale, arteriopatie. È responsabile del 30% dei tumori; le sedi colpite sono bronchi, cavità orale, faringe, laringe e vescica. È all'origine di molte infezioni respiratorie acute e croniche, bronco-pneumopatie croniche ostruttive, enfisema polmonare.

Per certi versi dovrebbero bastare queste poche righe a farci riflettere sul vizio del fumo; in questa analisi del tabagismo spuntano termini terrificanti: infarto, tumori, infezioni respiratorie, enfisema, ecc..

Ma il fumatore spesso conosce i rischi del proprio comportamento, ma ciò non risulta sufficiente per convincerlo a smettere di fumare.

 

SMETTERE DI FUMARE | Tags: Sigaretta | Metodi per smettere | Vantaggi | Dipendenza | Malattie fumo | Sigaretta elettronica

| Scambio links

Sui motori grazie a Laboo - Fotografie e immagini proprie o liberamente scaricate da Sxc.hu
Questo sito fa parte del network di Laboo di Federico Roberto - P.IVA: 02122620020 - Informativa Privacy e Note legali
© Laboo - All rights reserved