<< Home / Biografie: MAO ZEDONG (MAO TSE TUNG)

Mao Zedong

 

Mao ZedongMao Zedong nasce a Shaoshan (Hunan), in Cina, nel 1893.

Figlio di contadini agiati Mao cresce tra lo studio ed il lavoro nei campi. Ad appena 14 anni si arruola volontariamente nell'esercito di Sun yat-sen, nel quale rimane però solo per un anno.

Si diploma come istitutore alla scuola normale di Changsha nel 1918 e trascorre un periodo presso l'Università di Pechino, ambiente in cui comincia il percorso intellettuale legato al movimento marxista cinese, ed al futuro Presidente del Partito Comunista Ch'en Tu-hsiu.

Tornato a Changsha collabora alla nascita del movimento rivoluzionario dello Hunan, fondando successivamente i primi circoli marxisti del luogo. Al Congresso Costitutivo del Partito Comunista Cinese (Shangai,1921), Mao Zedong partecipa come delegato.

Nel 1927 il Partito Comunista viene scosso dalla repressione di Chiang Kay-shek, e Mao si unisce alla lotta partigiana nelle montagne Ching-kang shan, dove pone le basi dell'esercito rosso e fonda una Repubblica Sovietica diventandone Presidente nel 1931.

Tra il 1934 e il 1935 conduce la "lunga marcia", e ottiene una tregua da Chiang Kay-shek (intanto fatto prigioniero a Xi'an) in vista della minaccia giapponese.  Superata l'occupazione giapponese, la guerra civile riprende pero`nel 1946, e si conclude con la ritirata di Chiang Kay-shek e il suo esercito a Taiwan e la proclamazione da parte di Mao della Repubblica Popolare Cinese (Pechino, 1 Ottobre 1949).

Eletto Presidente della neonata Repubblica, e Presidente del Partito Comunista, Mao comincia una campagna contro i "sabotatori" del socialismo in Cina e, dopo la rottura dei rapporti con l'Unione Sovietica (1960), una seconda colossale campagna per l' "educazione socialista", mirata a dissipare ogni sorta di ostacolo politico, dal revisionismo di Krusciov nel mondo ai "dirigenti degenerati" della  Cina.

Questa dura repressione, conosciuta come la "Rivoluzione culturale", è portata avanti con l'uso della forza militare, lo spionaggio, l'esproprio, è portata avanti con l'uso della forza militare, lo spionaggio, l'esproprio, con lo scopo reale di eliminare gli avversari politici e indebolire il partito. 

Mao scaglia le Guardie Rosse contro il partito e diffonde la rivoluzione culturale nelle campagne, ma la miccia innescata provoca reazioni sproporzionate rispetto all'intenzione iniziale di Mao, il quale, cambia nettamente direzione accusando i capi rivoluzionari più estremisti (o meglio meno "difficili" da eliminare) e denunciando i risvolti presi dalla stessa rivoluzione. Nell'Aprile del '69 il Partito viene ricostruito e la Rivoluzione Culturale volge definitivamente al termine.

Negli anni successivi il potere di Mao viene gradualmente dirottato verso il Primo Ministro Chou En lai.

Mao Zedong muore nel 1976.

La sua eredità politica contesa è conquistata dalla classe dirigente più lontana dalla sua linea, portando nel 1976 all'arresto dei suoi veri "discepoli" politici accusati paradossalmente di attività antimaoista (Jiang Qing (moglie di Mao), Zhang Chunqiao, Yao Wenyuan e Wang Hongwen - storicamente ricordati come la "banda dei quattro").

Nel 1977 a Pechino, in Piazza Tien an' men, viene costruito il mausoleo per conservare la sua salma imbalsamata.


Laboo

Altre biografie:
Guglielmo Marconi
Mao Zedong
Tiziano Terzani

< Home Page

- Recensioni siti

::ARTE
- Quadri e sculture

::BIOGRAFIE
- Biografie on line

::CINEMA e TV
- Recensioni film
- Articoli sulla Tv

::PC e INTERNET
- Articoli sul web
- PC e dintorni

::LIBRI
- Recensioni libri

::VARIE
- Astronomia
- Feste nel mondo
- Giorno di oggi

::I SITI DI LABOO.biz
- Cuba
- Gatti on line
- Smettere di fumare
- Viaggio in Corsica
- Aloe vera

::SHOP
- Droni economici
- Strumenti per bambini
- Chitarre per iniziare
- Tastiere per bambini
- Termostati ambiente
- Smettere di russare

::CANALI E UTILITA'
- Calcolo BMI
- Quotidiani on line
- Prefissi telefonici
- Capitali del mondo
- Alfabeto inglese
- Alfabeto greco




Web design e Posizionamento nei motori di ricerca by Laboo - Sito di Laboo di Federico Roberto - P.IVA: 02122620020
N.B. Tutto ciò che troverete linkato o inserito in questo sito è stato preventivamente controllato; non ci sono contenuti che violino diritti,
contrari alla moralità o "zozzerie" di nessun genere. Se doveste incorrere in qualche errore o contenuto difforme a quanto sopra scritto,
vi prego di segnalarmelo tempestivamente scrivendouna mail a info@laboo.it -
Informativa privacy e Note Legali

Questo sito partecipa in forma Non Esclusiva al Programma di Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria sponsorizzando e fornendo link al sito di Amazon.it. Non è un negozio, non vende e non spedisce prodotti, si limita a suggerire e proporre recensioni e opinioni sui prodotti in vendita online.