CUBA
VACANZE
TAPPE
NAVIGANDO

Scegli la Guida per il tuo viaggio a Cuba!

Dal pianeta Amazon: guide (dalla Routard alla Lonely Planet), atlanti e mappe per girare l'isola con la sicurezza di essere al posto giusto nel momento giusto, e poi letteratura e romanzi dedicati a questa meravigliosa isola! Dai un'occhiata ;)

 

     

Tappe consigliate / Avana

E’ vero, la macchina del tempo non è stata ancora inventata, ma vi garantisco che se desiderate fare un salto all’indietro di almeno mezzo secolo, l’Avana farà proprio al caso vostro.

Capitale dell’isola di Cuba, la grande città è un trionfo dello stile architettonico coloniale dove, dalle arcate ai balconi fino ai cortili dei palazzi e alla maestosità delle chiese, che ci conducono con il naso all’insù attraverso le vie della zona veja, è un tripudio di stili tra neoclassico e barocco.

Il complesso, che riporta alla mente gli anni cinquanta, versa purtroppo in uno stato di avanzata decadenza, perché corroso dal tempo, dalle precipitazioni e dalla salsedine, agenti atmosferici che lentamente ma inesorabilmente stanno trasformando gli edifici, ma non il loro fascino.

Non è un caso, allora, che l’Unesco si sia accorto di questo splendore e l’abbia dichiarato patrimonio dell’umanità, e che da qualche anno il governo cubano si sia impegnato nel restauro dei palazzi più belli ma anche malandati dell’Avana Veja.

Quartieri dell’Avana

Non lesinate un giro in ognuno dei quartiere che compongono la città, poiché varrà la pena dedicare un po’ di tempo a tutti, quindi preventivate di fermarvi almeno qualche giorno.

L’AVANA VEJA (centro storico che si sviluppa intorno al porto)

Vale la pena vedere:

Plaza de Armas, piazza più antica della città, dove affondano le radici del nucleo originale di Avana, è il luogo in cui nei secoli gli stili degli edifici sono via via mutati. Potrete partire dal centro della piazza, dove si trova il parco Cespedes, buon punto da cui avviarsi per l’esplorazione del quartiere, ma anche ideale per ritagliarsi un momento di relax, all’ombra delle imponenti palme o delle belle buganvillee che qui donano una piacevole frescura.

Plaza de San Francisco, tra i punti di vista più affascinanti dell’Avana Veja è dominata dall’altrettanto incantevole basilica minore e convento di San Francesco risalente al XVIII secolo.

Godrete di una vista davvero singolare al tramonto, quando ormai sgombra dai traffici quotidiani, la piazza si donerà allo sguardo dell’osservatore in tutta la sua integra bellezza. Ne resterete rapiti!

Plaza Vieja, da sempre luogo residenziale è dominata da bellissimi esempi di palazzi coloniali risalenti al XVI secolo e a qualche palazzina art nouveau di inizio XX secolo.

Calle Obispo, tra le prime strade realizzate ad Avana, ancora oggi vanta il primato della via più vivace del quartiere. Correndo da Plaza de Armas fin quasi a Parco Central, la via vi condurrà attraverso molteplici tiendas e mercatini di artigianato, arte, libri e cibarie varie.

CENTRO AVANA (tra Avana Veja e Vedado, quartiere popolare piuttosto fatiscente ma altrettanto affascinante, cuore pulsante della città, non trascurate di avventurarvi qui, meglio di giorno però, alla scoperta dei coloratissimi e fantasiosi murales che tappezzano le mura diroccate di questa zona.)

Vale la pena vedere:

Malecon, il lungomare dell’Avana.

Fateci un giro al tramonto, dato che di giorno rischiate di arrostire al sole, in questo momento della giornata, quando il mare decide di offrire i suoi frutti, troverete file di pescatori intenti nella cattura di pesci dalle dimensioni enormi, tra i quali i pesce spada, che una volta pescati vengono esposti in bella mostra.

Capitolio (tra Habana Veja e Centro Habana)

Fratello minore, per somiglianza, del Campidoglio di Washington, l’edificio è stato realizzato tra il 1926 ed il 1929 da Enrique Garcia Carrera. L’imponente struttura, dominata dalla cupola di 62m, ospita esemplari di opere d’arte degni di nota, oltre ad accogliere la vasta biblioteca.

Paseo del Prado

Comunemente noto come El Prado, si tratta di un viale che dal centro Avana conduce dritti al mare, la cui realizzazione risale a fine 1700.

Concepito dapprima come luogo di incontro e svago per i cubani, il corso venne via via rimaneggiato ed impreziosito dai bei palazzi che vi furono costruiti a fianco e dai decori, quali lampioni, leoni in bronzo e panchine di marmo con cui fu adornato.

Castillo de San Salvador de la Punta

Ideato da Giovan Battista Antonelli, che progettò anche lo speculare Castillo de los Tres Reyes del Morro, è situato all’imboccatura del porto. Venne concepito a scopo difensivo, per prevenire e sventare gli attacchi dei pirati o dei conquistatori di turno che provenivano dal mare. Degna di nota, all’interno, è la Galleria del tesoro dove troverete esposte le ricchezze trasportate da galeoni inabissatisi al largo delle coste cubane.

VEDADO (quartiere avanguardista della città, ospita le nuove e innovative opere architettoniche oltre ad istituzioni artistiche comemusei, teatri e club)

Vale la pena vedere:

La Rampa, la strada che vi conduce fino al Malecon attraversando l’intero quartiere ha guadagnato il premio della palma in qualità di zona più vitale e cosmopolita della città. Qui troverete edifici di notevole importanza quali Coppellia, la gelateria più grande e popolare della città, l’Hotel Habana Libre luogo in cui, ai tempi della rivoluzione, Fidel ed il Che installarono il loro quartir generale. Degno di nota è anche l’Hotel Nacional de Cuba, che sorge appena fuori dalla Rampa, realizzato nel 1930 per ospitare i turisti americani.

Plaza de la Revolucion, enorme distesa di asfalto che misura fino ad un kilometro di lunghezza, la piazza rappresenta il cuore politico di Cuba. Qui, infatti, ogni 1 Maggio si celebra la festa dei lavoratori più partecipata del mondo. Intorno ad essa vennero costruiti i primi grandi edifici moderni a partire dagli anni ’50.

Oggi ciò che più attrae i visitatori è il monumento realizzato in memoria di Ernesto Che Guevara. Si tratta di una sagoma in acciaio posta sulla facciata dell’edificio che ospita il Ministero dell’Interno.

BARRIO CHINO (quartiere cinese, introdotto da una maestosa porta cinese, dove oggi la comunità cinese è davvero ridotta. Qui gli schiavi asiatici vi giunsero a metà 800, essi venivano impiegati nell’industria dello zucchero.)

Vale la pena vedere:

Gigantesca porta cinese all’inizio di Via Dragones che fu donata alla capitale nel 1999 dalla Repubblica Popolare Cinese.

E’da non perdere la celebrazione del Capodanno Cinese che si festeggia ogni anno con il classico dragone e le tradizionali danze cinesi, bell’esempio di pluralità culturale.

MIRAMAR (quartiere residenziale dove vale la pena recarsi per dare un’occhiata alle lussuose ville).

Vale la pena vedere:

Ci arriverete dalla elegante e sontuosa Quinta Avenida che vi introduce al Miramar scortata da eleganti e avanguardistici palazzi alla moda dove abitano molte celebrità. Qui i più svariati stili di costruzione, dal coloniale all’art nouveau fino al moderno, danno forma ad un quartiere davvero eclettico.


 

CUBA, guida per il viaggio - Mappa Cuba | Hotel Alberghi e Casas particular a Cuba
Posiziona il tuo sito sui motori con Laboo - Fotografie e immagini proprie o liberamente scaricate da Sxc.hu
Questo sito fa parte del network di Laboo - Note legali
© Laboo - All rights reserved