termostato digitale

Termostati e Cronotermostati

Guida all'acquisto di termostati ambiente e cronotermostati per il riscaldamento della casa:
tipologie di termostato, i migliori prezzi e recensioni online


 

 

 

 

Guida ai termostati ambiente per la casa

 

Cos'è un termostato?

I termostati per la casa sono degli elementi del tutto assimilabili a degli interruttori, che sono azionati da una variazione di temperatura, rilevata mediante un sensore. Fatta questa doverosa premessa su cosa sia un termostato, è importante capirne anche il funzionamento, anche se è bene ed è doveroso specificare che in commercio esistono differenti tipi di termostati per l'ambiente che variano in base al funzionamento, anche se, di base, il comportamento è sempre lo stesso.

On e Off sono i due stati principali del termostato: quando l'interrutore è impostato su on il circuito è chiuso mentre quando è impostato su off il circuito è aperto. Quando un termostato cambia lo stato di commutazione? Ovviamente, essendoci un sensore per la rilevazione della temperatura, è necessario che vengano impostati i parametri di accensione e spegnimento, ovvero il livello di calore minimo e massimo che stabilisce quando il termostato debba accendere e quando, invece, debba spegnere. Supponendo, quindi, che la temperatura d'accensione del termostato sia fissata a 20 gradi e che quella di spegnimento sia fissata a 30, il range che intercorre tra questi due valori è la temperatura di esercizio del termostato. Identificando questi due valori con A e B, per questione di praticità, nel mezzo dell'intervallo il termostato individua una temperatura intermedia, di setpoint, che ha uno scopo funzionale importante. Si tratta, infatti, di una temperatura indicativa che serve al termostato per regolare i valori e adeguare il suo funzionamento. E' necessario fare attenzione alla taratura di tutti questi valori, perché impostare temperature tra loro troppo vicine potrebbe causare malfunzionamenti, trasposti in guasti, perché il sistema potrebbe non essere in grado di gestire un esercizio incluso in un range termico con un'escursione eccessivamente breve. Questo è il motivo principale per il quale il termostato è idoneo a funzionare esclusivamente in ambienti chiusi in cui si hanno variazioni di temperatura graduali, non rapidi, con escursioni ampie. Quindi, alla luce di questo, i termostati sono degli elementi che trovano una perfetta collocazione all'interno delle mura domestiche per la regolazione della temperatura degli elementi termici (caloriferi ma non solo). E' stato dimostrato che la rilevazione automatica della temperatura comporta un risparmio sensibile sui costi di gestione.

Il termostato è l'elemento di controllo della caldaia, che ne regola l'accensione e lo spegnimento e la variazione di temperatura e non dev'essere confuso con la valvola termostatica, che assolve ad un altro ruolo. Infatti, la valvola termostatica ha l'unico scopo di regolare la mandata di acqua ai caloriferi: contiene al suo interno un termostato che regola la temperatura ed è solitamente impiegato nelle abitazioni con il riscaldamento centralizzato. Non bisogna confondere questi due elementi, perché sebbene, di base, abbiano un ruolo simile, nella pratica assolvono a due compiti differenti.

Maggiori informazioni sul funzionamento, le caratteristiche e le componenti dei termostati su Wikipedia: Clicca qui

I migliori termostati e cronotermostati ambiente più popolari su Amazon, al miglior prezzo? Clicca qui

Quali tipi di termostati ambiente esistono?

Come accennato in precedenza, in commercio esistono diversi tipi di termostati, in cui varia la tipologia di elemento sensibile e, in generale, il funzionamento tecnico. Da questo punto di vista, infatti, si possono individuare:

Nel primo caso, la rilevazione della temperatura ambientale è affidata a elementi meccanici, che possono essere fluidi o solidi, mentre, nel secondo, la rilevazione è affidata a un resistore, ossia un componente elettrico.
Ovviamente, ciascuna di queste due tipologie di termostati è stata declinata in diversi modelli anche grazie all'evoluzione della tecnologia. I migliori e più diffusi termostati per la casa sono quelli da parete, anche grazie alla loro indubbia praticità di utilizzo e, molti di questi, possono essere oggi gestiti anche mediante smartphone da remoto, per un controllo totale in qualsiasi momento. L'evoluzione della tecnologia è uno degli elementi determinanti nello sviluppo dei termostati per ambiente intelligenti, che si affinano sempre di più migliorando costantemente l'esperienza d'uso di questi prodotti, che si fanno più semplici e smart, adatti a ogni tipologia di utente.

I termostati meccanici (analogici)

I termostati meccanici sono quelli di più vecchia concezione, il loro funzionamento è piuttosto semplice e si basa sulla sensibilità di un materiale (lamina) o di un fluido alle variazioni di temperatura dell'ambiente. Una volta impostato e regolato, questo termostato inizia a rilevare la temperatura dell'ambiente e, quando la temperatura che è stata impostata sulla scala raggiunge il punto massimo di commutazione, il contatto elettrico NC si apre e, quindi, commuta il termostato in posizione off, perché è stata raggiunta la temperatura desiderata. Allo stesso modo, però, quando la temperatura rilevata è uguale a quella minima di commutazione, al netto della tolleranza, il contatto elettrico NC si chiude e, quindi, il termostato commuta nella posizione on.

Come accennato in precedenza, il termostato meccanico può avere due diversi meccanismi di funzionamento, a lamina o a fluido.
Nel termostato a lamina, in realtà, i materiali impiegati per la realizzazione dell'elemento e, quindi, per la rilevazione, sono due. Questo sistema sfrutta il coefficiente di dilatazione dei materiali, ossia la capacità fisica intrinseca di ciascun metallo di modificare lo stato al variare della temperatura. E' interessante notare come, in questo tipo di termostato per la casa, sia la lamina stessa a fungere da interruttore, in quanto una variazione della temperatura verso l'alto causa una curvatura della lamina che, di fatto, commuta il termostato in posizione off. Allo stesso modo, nel momento in cui la lamina torna nel suo stato originale, quindi la curvatura tende ad assottigliarsi, automaticamente il circuito si richiude e, quindi, il termostato commuta in posizione on.
Diverso è il comportamento del termostato meccanico con funzionamento a fluido. Ovviamente, anche in questo caso si sfrutta la capacità di un liquido di dilatarsi all'aumentare della temperatura: l'elemento sensibile, in questo caso, agisce indirettamente sull'interruttore, perché la sua azione muove semplicemente un soffietto che interagisce sull'interruttore, azionandolo. Il liquido sensibile si trova all'interno di un bulbo, collegato all'interruttore mediante un piccolo capillare.  

Alla luce di questo, è bene sottolineare che i termostati ambientali meccanici sono prevalentemente di tipo laminare. Quelli a liquido vengono impiegati per altri ambiti, vista la loro particolare natura.
I termostati per la casa meccanici laminari non possono essere programmati, permettono solo la posizione on/off e sono quelli più semplici e, ovviamente, economici, presenti sul mercato.  

Visualizza le offerte dei migliori termostati e cronotermostati meccanici più popolari su Amazon, al miglior prezzo: Clicca qui

I termostati elettronici (digitali) - sono i migliori?

I termostati elettronici possono essere considerati come la naturale evoluzione dei modelli meccanici e sfruttano le potenzialità di un elemento resistivo, che funge da sensore per la rilevazione della temperatura dell'ambiente. Infatti, l'elemento resistore varia la sua resistenza al passaggio della corrente elettrica, al variare della temperatura. Un modello di termostato elettronico meno comune è quello che sfrutta la sensibilità di un semiconduttore che, inserito in un circuito, regola il passaggio della corrente determinando lo stato di on/off. Il funzionamento di questo tipo di termostati è molto più complesso rispetto a quelli meccanici, anche perché questi modelli permettono la regolazione e la programmazione dello stesso. Infatti, se i modelli meccanici possono esclusivamente essere utilizzati allo stato on/off, quelli elettronici danno la possibilità di programmare, per esempio, due differenti livelli di sensibilità del sensore (giorno e notte) per avere la temperatura perfetta in casa in qualunque momento, in alcuni casi permettono di impostare la funzione anti-gelo. Questi sono solo due degli esempi di impostazione di un termostato elettronico, che nei fatti ha nelle regolazioni multiple di temperatura il suo più importante vantaggio.

I termostati elettronici sono solitamente a parete, dispongono di un display multifunzione attraverso il quale effettuare tutte le regolazioni in qualsiasi momento, con molta semplicità.  

Visualizza le offerte di termostati e cronotermostati elettronici su Amazon, al miglior prezzo: Clicca qui

Le nuove tecnologie per i termostati ambiente elettronici

L'evoluzione della tecnologia è un elemento che, nel corso degli anni, ha modificato sensibilmente la concezione dei termostati e il loro utilizzo. Oggi, infatti, i termostati sono diventati elementi imprescindibili degli impianti di domotica domestica, ossia i sistemi di gestione intelligente della casa realizzati per migliorare gli standard abitativi ma anche, e soprattutto, per ottimizzare i consumi e ridurre gli sprechi. I migliori termostati domestici di tipo elettronico, infatti, si inseriscono alla perfezione in un contesto di automatizzazione degli strumenti domestici e il loro utilizzo è spesso incentivato dai Governi, proprio per spingere i cittadini a convertire le loro case verso un'ottica maggiormente green, volta alla riduzione delle emissioni. Grazie alle tecnologie che fanno passi da gigante e portano soluzioni sempre più innovative e smart, infatti, i termostati seguono questo trend e diventano delle vere e proprie centraline di controllo avanzato intelligenti, che non solo possono essere programmate su diversi trend ma lavorano anche in totale autonomia per registrare le consuetudini e le abitudini della casa, regolando di conseguenza il loro funzionamento.

La prima rivoluzione sostanziale in questo senso, dopo l'introduzione dei termostati elettronici, è stata la connessione a internet: perché un termostato dovrebbe avere la necessità di essere collegato a internet?

termostato ambiente wi-fi per smartphoneQuesto aspetto è di relativamente recente introduzione e nasce dall'utilizzo sempre più intensivo degli smartphone. Infatti, grazie al collegamento internet in Wi-Fi, il termostato per la casa e lo smartphone possono comunicare tra loro mediante le applicazioni apposite, dando la possibilità agli utenti di programmare e verificare lo stato di funzionamento del termostato anche da remoto. Si va oltre il concetto di programmazione quindi, e si entra nella sfera della completa interazione tra strumento e utente, nella misura in cui è possibile accendere o spegnere l'impianto di riscaldamento/condizionamento domestico per avere una casa accogliente al rientro, a qualsiasi ora si decida di rincasare. Questo è solo uno dei tanti utilizzi e delle features garantite dal termostato smart che, per esempio, è anche in grado di inviare le notifiche di anomalie nel funzionamento direttamente sullo smartphone, segnalando il problema/errore in modo chiaro e specifico, così da dare informazioni efficienti per un eventuale intervento tecnico.  

Se l'interazione con lo smartphone è un elemento fondamentale per capire in che modo si sta muovendo l'evoluzione dei termostati per le abitazioni, altrettanto lo sono le recenti innovazioni apportate in questo senso, con alcuni termostati intelligenti che propongono soluzioni ancora più innovative in questo senso. In particolare, infatti, alcune software-house e start-up europee e mondiali hanno sviluppato dei modelli di termostati per la casa ancora più intelligenti, delle vere e proprie intelligenze artificiali capaci di auto-apprendimento. In particolare, infatti, questi dispositivi tecnologici sono in grado di recepire e sfruttare i movimenti domestici, facendo quindi una media degli orari di ingresso/uscita, di tempistiche di permanenza all'interno della casa, regolando automaticamente le impostazioni sulle informazioni acquisite. Altri elementi, invece, sono anche in grado di acquisire le informazioni meteorologiche della zona e di regolare in base a quelle il loro funzionamento, aumentando o riducendo la temperatura di esercizio.  
I moderni termostati elettronici da parete, spesso, sono completamente scevri di qualsiasi tasto di comando, non dispongono più nemmeno del monitor di controllo, proprio perché completamente automatizzati e controllabili mediante smartphone. Questo ha permesso ai produttori di modificare l'aspetto e il design dei termostati della casa, trasformandoli in elementi esteticamente piacevoli che non è più necessario nascondere ma che, anzi, contribuiscono ad arredare l'ambiente domestico.

Visualizza i termostati e cronotermostati con wi-fi e smartphone su Amazon, al miglior prezzo: Clicca qui

I vantaggi dell'utilizzo dei termostati ambiente per la casa

Alla luce di quanto descritto, appare evidente che i vantaggi nell'utilizzo dei termostati riscaldare l'ambiente domestico siano tanti e interessanti. A parte questi di tipo funzionale e pratico, però, sono interessanti da analizzare anche quelli che interessano la sfera economica. A fronte di una spesa relativamente contenuta, è possibile ottenere un risparmio medio annuale che oscilla tra il 40% e il 60% della spesa sul riscaldamento. Sono numeri importanti, che permettono in poco tempo di ammortizzare la spesa d'acquisto garantendo alla lunga un risparmio notevole. Inoltre, l'ottimizzazione dei consumi nel riscaldamento domestico si traduce anche in una visione green dell'utilizzo dei termostati, dal momento che una riduzione dei consumi si traduce in una riduzione delle emissioni e, quindi, dell'inquinamento atmosferico. Questo aspetto è di primaria importanza, soprattutto nelle grandi città, dove i livelli di particolato sono sempre più elevati, con una maggiore incidenza nella parte settentrionale del Paese. Il blocco delle auto è significativo degli interventi messi in atto dalle amministrazioni per la riduzione dei livelli di inquinamento ma il traffico automobilistico non è l'unico responsabile, perché anche le caldaie domestiche incidono notevolmente su questo problema.

Infatti, come accennato precedentemente, da qualche anno il Governo ha avviato delle campagne di sensibilizzazione per invogliare i cittadini ad adottare soluzioni green eco-sostenibili, garantendo degli incentivi per l'acquisto di sistemi smart che permettano di gestire con maggiore efficacia l'uso degli impianti di riscaldamento, i termostati per la casa elettronici di tipo smart sono stati inseriti tra i dispositivi meritevoli di sgravi fiscali nella legge di Stabilità 2016 nell'ottica degli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica degli impianti.

 



Visualizza tutte le offerte con recensioni

 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Febbraio, 2017

 

termostato digitale

 

Laboo di Federico Roberto - P.IVA: 02122620020 - Note legali